DORINO
Dorino è un intreccio magico di una fiaba dolcissima che vede come personaggio
principale, un piccolo fanciullo. La narrazione si apre con un monte, il “Mio”, e la sua
storia, la sua grandezza che richiama figure a noi vicine. E’ dolce passeggiare per le
stradine descritte in quest’opera. Sembra di respirare il profumo del mare, l’aroma delle
campagne e dei suoi frutti, mentre la storia procede con una serenità che rende il
lettore, turista contento di un paesino antico.
 E’ bello incontrare Dorino e vederlo sorridere, mentre nei suoi occhietti vispi e sinceri,
scorgiamo l’innocenza; la bontà vera e disinteressata di una creatura speciale.
Prenderlo per mano e lasciarsi accompagnare in questa storia, fa riscoprire la
grandezza dei buoni intenti, dell’altruismo e dei sentimenti più amorevoli. Fa
comprendere che un cuore aperto all’amore disinteressato, può rendere possibile
qualunque cosa.
Accompagnano il testo, le illustrazioni sapientemente realizzate dalla pittrice Bake
(Barbara Calcei) che arricchiscono e non appesantiscono, una narrazione viva e
attenta, delicata e propositiva.
Una favola per bambini, sicuramente; ma non solo. La sua tenerezza, i colori e i suoni
che sembrano uscire dal testo, donano messaggi profondi anche all’adulto, che finge
di non ricordare gli occhi di un Dorino sicuramente già incontrato.
Enrico Ferri